loader
Advanced
Search
  1. Home
  2. Infiltrazioni spalla: servono oppure no?
Infiltrazioni spalla: servono oppure no?

Infiltrazioni spalla: servono oppure no?

  • 7 March 2021
  • 1 Like
  • 659 Visualizzazioni
  • 0 Commenti

Le infiltrazioni spalla, come le infiltrazioni di cortisone, sono un trattamento farmacologico con il quale si iniettano dei farmaci all’interno dell’articolazione della spalla. Spesso le infiltrazioni alla spalla sono dolorose: dopo l’iniezione può avvenire un aumento dei sintomi che solitamente dura per 24-48 ore, dopodiché i sintomi iniziano a migliorare. 

Le infiltrazioni alla spalla sono un argomento ancora molto dibattuto, perché si sta cercando di capire quanto siano effettivamente utili nel risolvere realmente le problematiche alla spalla che causano dolore.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza circa quanto di buono, e di poco buono, sappiamo sulle infiltrazioni alla spalla; in particolare, ci soffermeremo ad analizzare quali sono gli effetti, le indicazioni e i costi delle infiltrazioni alla spalla. 


Infiltrazioni spalla: a cosa servano?

Le infiltrazioni alla spalla vengono proposte dai medici quando il paziente ha un dolore alla spalla presumibilmente causato da alterazioni articolari, borsite alle spalle o tendinee della spalla stessa. Il farmaco che più frequentemente viene utilizzato per questa tipologia di trattamento è il cortisone.

Per capire bene perché le infiltrazioni di cortisone sono efficaci nel ridurre il dolore alla spalla, prima è necessario sapere come agisce e quali sono gli effetti di questo farmaco. Bene o male tutti noi sappiamo che l’effetto primario delle infiltrazioni di cortisone alla spalla è anti-infiammatorio: il cortisone, infatti, inibisce la produzione di prostaglandine e di altre sostanze che alimentano la cascata infiammatoria. Le infiltrazioni di cortisone però hanno anche un effetto immunodepressivo, che forse non tutti conoscono, ovvero riducono l’attività del sistema immunitario. Il sistema immunitario, in particolare leucociti, linfociti e macrofagi, prende parte anche allo sviluppo del processo infiammatorio, per cui la sua inibizione da parte del cortisone riduce di conseguenza anche l’entità dell’infiammazione.

Quindi, perché si utilizzano le infiltrazioni di cortisone alla spalla? Perché i processi infiammatori causano dolore, quindi se riduciamo l’infiammazione si dovrebbe ridurre anche il dolore. Fin qua sembra tutto semplice, e in effetti in parte lo è: tolgo l’infiammazione, tolgo il dolore. Le cose però si complicano se consideriamo il fatto che, esclusi i casi in cui è il processo infiammatorio stesso a causare il danno ai tessuti, come nelle patologie reumatiche-infiammatorie, e che quindi deve essere bloccato per poter interrompere il danneggiamento, in situazioni di normalità l’infiammazione è un processo naturale che avviene in seguito alla lesione di un tessuto e rappresenta il tentativo del nostro organismo di riparare tale danno. Il dolore che vi è associato serve a “ricordarci” della presenza del danno e a impedirci di sottoporre a stress eccessivo il tessuto danneggiato, così da favorirne la guarigione senza problemi.

Quindi, a grandi linee, se blocchiamo l’infiammazione stiamo bloccando anche il processo di guarigione del tessuto danneggiato: sapendo questo, è davvero utile fare un’infiltrazione di cortisone alla spalla solo per ridurre il dolore? Alcune volte si, ma altre volte invece no. Nei prossimi paragrafi cercheremo di fare un po’ di chiarezza su quando le infiltrazioni alla spalla possono essere utili, sugli effetti positivi e negativi e anche su quando invece dovrebbero essere evitate.


Infiltrazione spalla: benefici

Le infiltrazioni alla spalla hanno principalmente 2 benefici: riduzione del dolore e miglioramento della funzionalità. Il miglioramento della funzionalità, ovvero la capacità di eseguire i movimenti con il braccio, è ovviamente collegato alla riduzione del dolore. “Se il dolore diminuisce posso muovere meglio il braccio”; tutti abbiamo fatto questa associazione almeno una volta e in fin dei conti non c’è niente di più vero: se sentiamo male a muovere il braccio, i movimenti che facciamo non saranno mai “belli” come i movimenti che facciamo quando non sentiamo dolore.

Come abbiamo già detto, dato il loro meccanismo d’azione, le infiltrazioni alla spalla dovrebbero funzionare bene quando il dolore è causato da un processo infiammatorio; ma se il dolore non fosse causato direttamente da un processo infiammatorio, le infiltrazioni alla spalla avrebbero lo stesso effetto? Probabilmente no, ma l’effetto placebo è molto potente in questo tipo di trattamenti, per cui è possibile che dei parziali benefici siano comunque percepiti.


Quando non fare le infiltrazioni ?

Le infiltrazioni alla spalla, come ogni trattamento, sono indicate in determinati casi e controindicate in altri. In particolare, le infiltrazioni di cortisone alla spalla hanno una buona efficacia nel ridurre il dolore, ma allo stesso tempo sono un trattamento molto aggressivo per i nostri tessuti. 

Se vi state chiedendo: “Ma allora in quali situazioni posso fare un’infiltrazione alla spalla? E quand’è che invece è meglio evitarle?”, la risposta è molto semplice: le infiltrazioni alla spalla si dovrebbero fare solo quando non c’è un alternativa terapeutica valida e devono essere evitate quando si può risolvere il problema con trattamenti meno invasivi. Nella pratica, questo significa che prima di ricorrere alle infiltrazioni sarebbe meglio provare a risolvere il problema alla spalla con altri trattamenti, come la fisioterapia e l’esercizio terapeutico. La fisioterapia è consigliabile per almeno 2 motivi:

  • È scientificamente provato che la fisioterapia e l’esercizio siano la terapia più efficace nella maggior parte delle problematiche di spalla.
  • La fisioterapia non danneggia i tessuti (se vi affidate a fisioterapisti competenti), ma anzi li rinforza.

Ovviamente esistono le eccezioni che confermano la regola: se la vostra spalla non si muove perché il dolore è talmente intenso da non permettere alcun tipo di movimento della spalla, è chiaro che l’esercizio non potrà essere la prima scelta terapeutica. In questi casi, le infiltrazioni alla spalla possono essere utili per ottenere un’iniziale riduzione del dolore, in modo tale da rendervi in grado di tollerare un po’ di movimento e di iniziare la fisioterapia.


Infiltrazioni acido ialuronico spalla

Le infiltrazioni di acido ialuronico alla spalla sono una terapia che sempre più spesso viene proposta come alternativa agli anti-infiammatori e al cortisone nel trattamento dell’artrosi della spalla. Le proprietà terapeutiche dell’acido ialuronico sono antidolorifiche e condroprotettive, ovvero protegge le cartilagini delle articolazioni. Nell’artrosi della spalla, la concentrazione di acido ialuronico, il lubrificante naturale delle articolazioni, tende a ridursi del 50% in seguito ai processi che portano alla degenerazione articolare; senza questo lubrificante, lo stress sulle cartilagini articolari aumenta, causando ulteriore dolore. 

Le infiltrazioni di acido ialuronico servono a inserire nuovo lubrificante all’interno dell’articolazione, migliorando il dolore percepito e la funzionalità della spalla fino a 6 mesi dall’infiltrazione

Le infiltrazioni di acido ialuronico possono essere dolorose e causare dolore nella zona dell’iniezione per qualche giorno, ma poi dopo 24-48 ore questi sintomi solitamente passano; oltre a questo effetto collaterale, le infiltrazioni di acido ialuronico sembrerebbero essere un trattamento sicuro e non hanno altri effetti indesiderati.


Infiltrazioni cortisone spalla

Le infiltrazioni di cortisone alla spalla sono in grado di ridurre il dolore alla spalla in tempi molto brevi, anche se non sempre sono efficaci. I risultati ottenibili con questo trattamento sembrerebbero essere rilevanti al massimo per 3-6 settimanedopodiché il loro effetto tende a diminuire o a scomparire.

Anche le infiltrazioni di cortisone alla spalla sono dolorose e possono causare un incremento dei sintomi per 24-48 ore dall’iniezione. Al contrario delle infiltrazioni di acido ialuronico, le infiltrazioni di cortisone alla spalla hanno degli importanti effetti collaterali sui tessuti circostanti, dato che accelerano la degenerazione delle cartilagini e dei tendini, i quali presentano anche un aumentato rischio di rottura. Inoltre, i soggetti diabetici rischiano di avere un aumento della glicemia con le infiltrazioni di cortisone, per cui l’utilizzo di questa terapia dovrebbe essere attentamente valutato prima della somministrazione. 


Infiltrazioni spalla controindicazioni

Le infiltrazioni alla spalla sono un trattamento che non tutti possono fare. In alcune situazioni, la loro somministrazione causerebbe più problemi che benefici, per cui sarebbe meglio evitarle. 

Le infiltrazioni di cortisone alla spalla andrebbero evitate in caso di frattura e in caso di infezione. In caso di frattura, il cortisone interferisce in modo negativo con i processi di guarigione dell’osso perché impedisce il corretto completamento del processo infiammatorio, essendo un potente farmaco anti-infiammatorio.

Quando invece il dolore alla spalla è causato da un’infezione nell’articolazione, l’effetto immunodepressivo del cortisone rende il sistema immunitario meno forte e meno capace di combattere l’agente infettivo, il quale dunque ha campo libero e potrebbe causare danni maggiori di quelli che già ha causato.

Le infiltrazioni di acido ialuronico non hanno particolari controindicazioni; l’acido ialuronico non sembrerebbe causare danni, ma questo non vuol dire che se ne deve fare un’utilizzo sconsiderato. Le infiltrazioni di acido ialuronico devono essere fatte quando il paziente può ottenerne un reale beneficio dal loro utilizzo, quindi sicuramente non in caso di frattura o infezione (per citare due esempi già fatti prima), dove il trattamento migliore sono l’immobilizzazione o l’intervento chirurgico e l’utilizzo di farmaci specifici (antibiotici, antivirali, …) per combattere il patogeno.


Costo infiltrazioni acido ialuronico

Le infiltrazioni alla spalla hanno un costo variabile. Oltre al costo del farmaco, trattandosi di una terapia medica, il prezzo dipende anche dalla tariffa del medico che le esegue. Per quanto riguarda le infiltrazioni di acido ialuronico, il prezzo dell’infiltrazione dipende dalla qualità del farmaco, ma in media il costo di queste infiltrazioni si aggira intorno ai 100€.


Conclusioni

Le infiltrazioni spalla sono un trattamento che viene ancora molto utilizzato per il trattamento del dolore alla spalla. Sia il cortisone che l’acido ialuronico sembrano essere efficaci nel ridurre il dolore, ma nella maggior parte dei casi il loro effetto è temporaneo e i sintomi tendono a ricomparire una volta esaurita l’azione del farmaco. Qualcuno potrebbe pensare di fare un’infiltrazione ogni volta che i sintomi si ripresentano, ma oltre a non raggiungere una soluzione definitiva, nel caso delle infiltrazioni di cortisone potrebbe essere veramente controproducente, dato che il deterioramento dei tendini e delle cartilagini della spalla è direttamente collegato a quante infiltrazioni vengono fatte in questa sede.

Il ruolo delle infiltrazioni alla spalla nel trattamento del dolore alla spalla deve essere ben contestualizzato: le infiltrazioni non rappresentano una cura definitiva, bensì uno strumento da utilizzare per facilitare, quando necessario, il percorso di recupero, il quale dovrebbe basarsi su esercizi attivi e fisioterapia.


Fonte

Smeets K, Appermans W, Feyen L, Dierickx C. Intra-articular shoulder infiltrations. A study of Dutch and Flemish shoulder specialists. Acta Orthop Belg. 2014 Jun;80(2):166-71.

Dott. Mattia Bulli

Dott. Mattia Bulli

Fisioterapista laureato con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Firenze.
Attualmente frequento il Master in riabilitazione dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici presso l’Università degli Studi di Genova.

Mi occupo principalmente di disturbi dell’arto superiore e del rachide, collaborando anche in un team multidisciplinare specializzato nelle patologie dell’arto superiore. Svolgo la libera professione presso il centro Symcro di Firenze.

Contattami
  • Condividi:

Scrivi un commento